Come si può ridurre l’ansia del test matematico? – Matematica

Non è raro che un bambino abbia difficoltà con la matematica nei primi anni di scuola. Quando il bambino si sviluppa, apprende come risolvere problemi logici e applicare argomenti analitici, uno sviluppo che è in parte alimentato dalla loro capacità di risolvere problemi matematici. Il tuo cervello vuole trovare una risposta, il tuo cervello sa che la risposta è lì, ma quando inizi a fare quelle connessioni, risolvere i problemi matematici può creare considerevole tensione e ansia.

Ciò è particolarmente vero per i test matematici, poiché vi è un’ulteriore pressione per sapere che il test stesso giudica se ha imparato con successo o meno. Questa pressione può causare molta ansia e non è raro che il bambino che esegue il test percepisca questi effetti, tra cui:

  • Cloudy Mind: la paura tende a ridurre la concentrazione e la chiarezza. Questo può essere problematico se il bambino cerca di risolvere complessi problemi di matematica e questo può portare a più ansia.
  • Stress fisico: la paura della matematica durante un esame può anche portare a disagio fisico. I bambini che cercano di sedersi e concentrarsi sulla risoluzione di un problema spesso scoprono che questi sintomi sono schiaccianti e possono impedire loro di mettere tutti i loro sforzi alla prova.
  • Percezione del tempo: gli scienziati si mescolano, se l’ansia altera la percezione del tempo o meno. Ma, soggettivamente, molte persone riferiscono che il tempo può sembrare troppo lento o troppo veloce, ed entrambi possono influenzare la capacità dello studente di completare il test.
  • Dubitano di se stessi: hanno bisogno di fiducia per risolvere problemi matematici. Non esitare, e sarà più difficile trovare la risposta giusta perché devi preoccuparti di un’altra risposta. La paura è spesso un combustibile per il dubbio.

L’ansia può anche causare sudorazione, comportamento nervoso e zecche. Tutto ciò rende sempre più difficile superare un test matematico.

Cosa sai fare?

La paura della matematica è difficile da superare perché, a differenza di altre forme di ansia, non è necessario insegnare a qualcuno a evitare completamente la paura quando hanno difficoltà a risolvere un problema. Alcuni stati di ansia sono naturali e alcune persone credono che troppa fiducia (cioè nessuna paura) possa causare problemi.

Il modo migliore per ridurre questa paura è chiaramente l’apprendimento, perché più lo studente è abituato a risolvere un problema, meno diventa intimidatorio il problema. Tuttavia, ci sono strategie che insegnanti e genitori possono implementare per ridurre ulteriormente la paura dei test di matematica. Ciò comprende:

  • Crea una strategia personale per l’esame

Cosa dovrebbe fare lo studente se non conosce una domanda? La maggior parte dei bambini passa attraverso un test senza una strategia, e se si mettono nei guai o escono con una risposta, non hanno idea di cosa fare dopo. Insegna ai bambini una strategia per condurre il test, ad esempio: B. “Se non conosci un problema o sei preoccupato per la tua risposta, vai direttamente alla domanda successiva e torna più tardi.” Ogni bambino può usare la propria strategia, ma queste strategie aiutano a non perdere la sensazione di combattere.

  • Insegna una tecnica di rilassamento personale

È molto più difficile portare i bambini a seguire le stesse strategie di rilassamento che molti adulti usano, come la respirazione profonda o il rilassamento muscolare progressivo. Ma può aiutare il bambino a trovare una tecnica che riduce il suo stress. Non appena si sentono frustrati, chiedi loro di smettere di fare qualcosa che li aiuterà a sentirsi meglio, ad esempio: puoi toccare il tavolo con un dito o cantare una canzone che ti piace. Queste piccole cose non riducono completamente la pressione, ma aiutano a mantenere la pressione troppo alta.

  • Fornire credito aggiuntivo

Non tutti gli studenti saranno in grado di risolvere tutti i problemi, e se semplicemente non conoscono la risposta, la paura può essere prevista. Ciò che aiuterà sarà ridurre la pressione del test stesso. Spiega agli studenti che sono disponibili crediti aggiuntivi se hanno difficoltà con il test, quindi il test non è l’unico modo per ottenere un buon voto. I compiti dovrebbero essere difficili (quindi gli studenti non vogliono farlo), e certamente non dovrebbero compensare un test completo, ma almeno riduce gli studenti & # 39; pressione sul test stesso e, si spera, li lasci maggiormente concentrati sulle domande.

Porta successo ai tuoi figli con i test di matematica

Quello che molti insegnanti, studenti e genitori rifiutano di riconoscere è che gran parte dell’ansia di prova è dovuta allo studente che non è in grado di prepararsi nel miglior modo possibile. Mentre molti bambini combattono nei test, la misura in cui lottano dipende almeno in parte dal modo in cui conoscono le risposte. È quindi impossibile alleviare completamente i sintomi dell’ansia perché la maggior parte degli studenti ha paura di perdersi rispondendo a una domanda.

Tuttavia, puoi prendere provvedimenti per ridurre l’ansia in modo che il bambino abbia più opportunità di concentrarsi sul test e alla fine trovare le risposte giuste. Se il bambino è preparato e in grado di ridurre almeno una parte del suo carico per concentrarsi sull’esame stesso, dovrebbe essere in grado di rispondere alle domande più facilmente e alla fine sperimentare un’ulteriore diminuzione dell’ansia in modo naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.